Cucina

La cucina interna  fa’ parte dell’identità della nostra scuola; fin da tempi molto lontani, nonni e bisnonni ricordano e raccontano che all’asilo  mangiavano  la minestra  e nei giorni di festa era previsto un bel risotto giallo. Il  menù era frutto del lavoro della terra e delle donazioni dei contadini. Ancora oggi a Giubiano, abbiamo la fortuna di poter riviere queste vecchie tradizioni.   La nostra cucina interna, infatti,  prepara giornalmente  cibi al mattino da consumare a  pranzo evitando così metodi di conservazione e riscaldamento e  riducendo al minimo i tempi che intercorrono tra la preparazione e la distribuzione. Nei giorni di festa è possibile consumare alimenti speciali con delle tavole addobbate per l’occasione.

La preparazione dello spuntino  del mattino, del pranzo e della merenda  viene effettuato  dalla cuoca e dall’aiuto cuoca, due figure presenti nella cucina interna della scuola  sin dal mattino. Non solo cucinano ma  si preoccupano della scelta dei fornitori e  delle materie prime prediligendo prodotti alta qualità  bio, dop ,e di provenienza locale.  Le cuoche frequentano regolarmente i corsi HACCP  organizzati da enti accreditati.Da circa  30 anni la nostra scuola si avvale  della preziosa collaborazione offerta da  Ats  per la  valutazione  validazione di menù invernali ed estivi  e dell’approvazione di schede tecniche degli alimenti , per rimanere sempre aggiornati rispetto alle  linee guida della ristorazione scolastica.  L’obiettivo è favorire una corretta alimentazione per mantenere i bambini in buone condizioni di salute  e con lo sguardo proiettato al futuro.

I pranzi vengono preparati appositamente per i bambini nel rispetto delle loro età. Pertanto si tiene conto della qualità e della quantità, del tipo di alimenti da somministrare e si cerca sempre di spronare all’assaggio di nuovi cibi. Il nostro menù viene proposto indistintamente a tutti i  bambini pur sapendo che ognuno di loro è diverso nei gusti alimentari. Per questo il nostro pensiero ci porta a cercare di proporre alimenti di colori diversi, formati  e consistenze differenti per dare la possibilità a tutti di ritrovare gusti già conosciuti, di sperimentare  assaggi differenti e di conoscere gusti diversi, che a volte  piacciono e a volte no. Per tutte queste ragioni è anche stato creato uno spazio cucina all’interno  della nostra scuola nonché un luogo  di possibilità e di esperienza, pensato appositamente per i bambini di tutte le fasce d’età  per creare condizioni favorevoli alla conoscenza di quel che si  mangia, per scoprire  come sono fatti i diversi alimenti e per coglierne le trasformazioni  prima di arrivare a tavola per essere mangiati.

Lo spazio cucina si trova fuori dalla mensa  in un piccolo luogo creato e pensato appositamente  per i nostri bambini affinchè siano i  protagonisti della preparazione di un piatto. L’organizzazione prevede che i bambini partecipino a questa esperienza suddivisi per fasce d’età durante le attività del mattino.

Come funziona?

Dopo aver rispettato qualche piccola regola igienica (corretto lavaggio delle mani e delle braccia, indossare indossato grembiule e cuffietta) i bambini partono verso la scoperta di alimenti attraverso la manipolazione e la preparazione di un piatto, che abbia come ingredienti essenziali  “la possibilità di esprimere se stessi, portare vissuti personali, conoscenze e tanta fantasia”. Raccogliendo i  frutti del nostro orto ( luogo dove i bambini seminano e si prendono cura di ortaggi) si ha la possibilità di preparare al momento delle nuove  ricette  servendosi di vere attrezzature da cucina non pericolose, ma divertenti.

Le insegnanti delle varie fasce d’età, in collaborazione con la cuoca, con il progetto orto ed il nostro giardiniere, valutano quale sperimentazione alimentare è più adatta al gruppo dei bambini.